Casa e cucina

Climatizzatore Portatile

Climatizzatore Portatile

Le migliori marche e i migliori modelli di condizionatori portatili: prezzi e offerte

Negli ultimi anni non ci si accontenta più del classico ventilatore per rinfrescare gli ambienti di casa poiché le estati stanno diventando sempre più torride e afose. Per questo, molti preferiscono comprare il condizionatore per avere sempre la casa fresca e vivibile, sia di giorno che di notte.

Fortunatamente il climatizzatore è una tecnologia che è diventata accessibile a molte più famiglie. Inoltre è stato migliorato ed è ormai silenzioso e compatto, adatto anche agli appartamenti più piccoli. Tuttavia molti preferiscono non acquistare il classico condizionatore.

Il condizionatore deve essere attaccato al muro e richiede necessariamente l’intervento di un esperto e quindi un’ulteriore spesa. Inoltre, nel caso di appartamenti in affitto, gli inquilini potrebbero trovarsi nella situazione in cui il proprietario di casa vieti l’installazione del condizionatore.

La soluzione a tutto ciò è ovviamente l’acquisto di un condizionatore portatile.

In commercio esistono vari modelli di varie marche e le tipologie di climatizzatore portatile sono tre: monoblocco o split, solo freddo o pompa di calore, on-off o inverter.

  • Il monoblocco è composto da un unico pezzo ed è provvisto di tubo di scarico dell’aria calda che va messo fuori dall’abitazione. I condizionatori split sono formati da due parti, una da cui esce l’aria fredda e il condensatore all’esterno. Quest’ultimi sono più silenziosi  perché hanno il condensatore all’esterno dell’abitazione e più potenti. Tuttavia costano di più
  • Il condizionatore “solo freddo” può raffreddare l’aria, quelli a pompa di calore sono in grado anche di riscaldare l’aria in inverno. Ciò avviene attraverso l’inversione del ciclo termico. Infatti la pompa può rendere aria dall’esterno e cacciarla in casa. La pompa di calore riscalda ben 5 volte di più di una normale stufetta elettrica, anche se il suo rendimento dipende sempre dalle temperature esterne. In ogni caso, fino a -5° C il condizionatore è in grado di lavorare in condizioni standard.
  • Il condizionatore on-off si accende automaticamente una volta impostata la temperatura che volete che ci sia in casa, raggiunge la massima potenza e poi si spegne. L’inverter invece si accende ma raffredda la casa in modo graduale, mantenendo poi la potenza bassa per tenere la temperatura costante. Gli inverter sono costosi ma alla lunga, possono far risparmiare fino al 30% sull’energia consumata.

Per quanto riguarda i condizionatori monoblocco, alcuni vengono prodotti dalla case più conosciute e leader del settore, come DeLonghi, Trotec, Argo e Klarstein.

Il più costoso tra tutti i modelli è un monoblocco della casa DeLonghi. Il modello è il PAC AN112 Silent è costa circa 1.000€, per 1 Kwh di consumo.

A seguire c’è il monoblocco condizionatore portatile della casa Argo al prezzo di circa 800€, della potenza di 10000 BTU/h e il suo fratello Dados 9, da 9000 BTU/h a circa 350€.

Il condizionatore portatile trotec, dalla potenza di 7000 BTU/h e il consumo di 0,79 kWh è venduto a un prezzo di circa 200€.

Tutti sono moderni, facili da muovere da una stanza all’altra e rientrano nella categoria del condizionatore portatile silenzioso, mentre alcuni di loro tra quella del condizionatore portatile senza tubo.

Condizionatori portatili senza tubo

Il condizionatore portatile senza tubo è modello monoblocco pensato per spazi ridotti e per essere spostato facilmente e non necessita di tubi quindi nessun buco nel muro o finestra aperta per smaltire l’acqua in eccesso prodotta dalla condensazione dell’umidità dell’aria.

Avendo una potenza ridotta, le loro prestazioni dei condizionatori portatili senza tubo sono inferiori a quelle dei climatizzatori con il tubo, tuttavia una volta scelto il condizionatore portatile con la potenza che desiderate, il climatizzatore portatile senza tubo si adatta facilmente ad ambienti piccoli casalinghi oppure in uffici, oppure se avete la necessità di spostare il climatizzatore portatile senza tubo da una stanza all’altra della vostra casa, in base a dove preferite rinfrescare l’ambiente durante la giornata. Inoltre si stratta spesso di modelli di condizionatore portatile silenzioso, che non disturbano le vostre attività.

Il ocndizionatore portatile senza tubo permette di raffreddare una stanza sfruttando i principi fisici che permettono di raffreddare l’aria attraverso il raffreddamento e condensazione dell’acqua. Al contrario dei climatizzatori con il condensatore, che scaricano l’acqua prodotta dall’umidità dell’aria attraverso un tubo posizionata all’esterno dell’abitazione, magari fuori da una finestra precisamente isolata oppure attraverso un buco nel muro, il climatizzatore portatile senza tubo ha bisogno di una bacinella o di un apposito cassetto per raccogliere l’acqua in eccesso che viene prodotta durante il raffreddamento dell’aria della stanza, visto che spesso volgono anche processi di deumidificazione dell’ambiente. La vaschetta va ovviamente svuotata regolarmente, per evitare che ci siano perdite d’acqua in casa.

Il condizionatore portatile senza tubo ha numerosi vantaggi. Acquistare questo tipo di climatizzatore significa non dover installare nessuna unità esterna all’abitazione né contattare esperti che svolgano il lavoro di installazione. Infatti basterà acquistare il modello senza tubo e posizionarlo nella stanza che preferiamo. Poi sarà possibile spostarlo grazie alle pratiche rotelle. Inoltre non è necessario aprire le finestre di casa e pensare a come isolarle per evitare il dispendio di energia in eccesso, né tantomeno fare un buco per il passaggio del tubo per lo scolo dell’acqua e lo scambio dell’aria.
I prezzi sono più bassi rispetto ad anni fa perché i prodotti sono migliorati. Anche l’efficienza energetica è stata migliorata e in commercio troviamo sempre prodotti con un buon rapporto qualità prezzo.
Quasi tutti i modelli hanno un timer elettronico integrato che permette di impostare i diversi orari in cui vogliamo che il condizionatore si attivi. Inoltre, attraverso il termostato con diverse impostazioni di intensità e velocità, si può scegliere la temperatura che desideriamo evitando sprechi di energia elettrica inutili.
Tra tutti, non va tralasciato il fatto che il design di questi apparecchi è ormai moderno e gradevole, quindi è possibile metterli in qualsiasi stanza senza troppi problemi.
Il condizionatore portatile senza tubo garantisce un grande risparmio energetico, anche grazie al fatto che non possiede il motore in unità esterna. Tuttavia bisogna scegliere e acquistare un modello che rientra nella classe energetica A/A+.

Tra gli svantaggi c’è sicuramente quello che la potenza dei condizionatori portatili senza tubo è inferiore rispetto ai modelli classici. La capacità di raffreddamento di una stanza è inferiore e non si riesce a raffreddare ambienti grandi, per questo motivo il climatizzatore portatile senza tubo è ideale solo per piccole stanze della casa o per uffici.

Miglior climatizzatore portatile

1. Argoclima Relax Climatizzatore Portatile

Argoclima Relax Climatizzatore Portatile

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI

Il primo climatizzatore portatile che analizziamo è dalla Argoclima. E’ un climatizzatore dotato di tubo di scarico, per poter scaricare all’esterno l’aria calda e l’acqua di condensazione. Necessita dunque di essere posizionato vicino a una finestra aperta oppure di un foro nel muro dove poter far passare il tubo di scarico, al contrario del climatizzatore portatile senza tubo.

La potenza di raffreddamento è di 10.000 BTU/h, molto elevata, tra le più alte tra i prodotti che si trovano in commercio. E’ la potenza perfetta per stanze che raggiungono i 30 mq, quindi è perfetto per uffici o ambienti casalinghi grandi. Il consumo massimo è di 2,7 KW

Ha delle funzioni speciali integrate che danno un valore aggiunto al prodotto. Tra queste vi sono le luce in LED per indicare la temperatura e i comandi, il filtro per l’aria apposito, il telecomando per poter controllare il climatizzatore portatile anche a distanza. Inoltre ha anche il timer, che ti permette di impostare l’orario di accensione e spegnimento che preferisci.

Il climatizzatore portatile funziona secondo dei limiti di temperatura dell’ambiente interno in cui è posizionato. Per quanto riguarda il rinfrescamento, la temperatura minima tollerata è di 18° C, mentre la massima è di 35° C. Invece, per la deumidificazione, la temperatura minima tollerata è di 10° C.

Il livello di rumore è di circa 45dB, quindi un valore comune per i climatizzatori. Tuttavia è un condizionatore portatile silenzioso in quanto possiede anche la funzione sleep, che riduce la velocità e il livello di rumore lasciando la casa silenziosa e perfetta per dormire.

Pro:

  • Potenza di 10.000 BTU
  • Telecomando
  • Timer
  • Condizionatore portatile silenzioso

Contro:

  • Consumo elettrico

 

2. De’Longhi PACCN94 Condizionatore Portatile

De'Longhi PACCN94 Condizionatore Portatile

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI

Questo è il secondo condizionatore portatile che recensiamo. E’ un condizionatore portatile senza tubo che può essere collegato ad una vaschetta per lo scarico dell’acqua di condensazione.

La massima potenza frigorifera è di 10.500 BTU/h, un valore altissimo. La potenza ideale per rinfrescare stanze grandi più di 30 mq. La classe di efficienza energetica in cui è classificato è la classe A, che quindi garantisce un risparmio energetico alla lunga.

Ha diverse funzioni integrati che aumentano il prestigio del condizionatore. Tra queste vi sono la capacità di deumidificare l’ambiente durante il processo di raffreddamento. Dispone del pratico telecomando remoto che permette di impostare in modo rapido e facilmente tutto le funzioni che presenta l’apparecchio. Inoltre, ha un timer elettronico incorporato che funziona su 24 ore, per permetterti di impostare l’orario di accensione e quello di spegnimento. Puoi leggere tutte le informazioni di temperatura e impostazioni sul display integrato, accompagnato dalle luci indicatrici a LED. Per ultimo, il condizionatore ha anche un filtro dell’aria integrato.

Il livello di rumore è di 63 dB, forse un valore più alto della media dei condizionatori.

Il rispetto dell’ambiente è assicurato grazie all’utilizzo del gas refrigerante R410A esclusivo con un sistema di riascolta e ricircolo della condensa.

Pro:

  • Potenza refrigerante per stanze più grandi di 30 mq
  • Classe energetica A per risparmio energetico garantito
  • Timer 24 ore
  • Telecomando remoto
  • Deumidificatore

Contro:

  • Livello di rumorosità eccessivo rispetto alla media

 

3. Rinfrescatore d’aria TROTEC PAE 25

Rinfrescatore d'aria TROTEC PAE 25

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI

La terza recensione non riguarda un condizionatore portatile classico, ma di un rinfrescatore d’aria che funziona come un ventilatore, unito alla potenza del rinfrescamento dell’aria attraverso i principi di evaporazione. Infatti questo prodotto utilizza l’acqua o addirittura il ghiaccio in cubetti per rinfrescare l’aria della stanza. Poi, attraverso il sistema di ventola, diffonde l’aria fresca nell’ambiante circostante. Non necessita di tubo di scarico, come il condizionatore portatile senza tubo.

Ha bisogno di un flusso d’aria di 320 m³/h, mentre il consumo energetico è di 65 W. Dunque i costi sono molto ridotti e il risparmio economico è importante.
La capacità del contenitore dell’acqua è di 6 litri.

Per la potenza media, è adatto a rinfrescare camere di medie dimensioni, di circa 24 mq. Quindi è perfetto per locali come l’ufficio o una stanza della casa.

Tra le tante funzioni, il rinfrescatore può essere usato come depuratore dell’aria grazie al filtro per l’aria integrato. Questo ha una struttura a nido d’ape e l’aria che viene aspirata viene prima filtrata, poi inumidita e per ultimo rinfrescata e rimessa in circolazione nella stanza.
La direzione del flusso d’aria che viene prodotto può essere facilmente regolato attraverso la funzione swing.

Il livello di rumorosità, da una distanza di 1 m, è di 52 dB. Dunque rientro perfettamente nei livelli medi dei condizionatori portatili senza tubo e climatizzatori. Tuttavia è possibile anche selezionare la funzione silenziosa, da usare durante la notte durante il sonno.

Pro:

  • Consumo ridotto
  • Non necessita di tubo
  • Rinfrescamento potenziato con i cubetti di ghiaccio

Contro:

  • Non è un climatizzatore ma un ventilatore

 

4. Argo SWAN Climatizzatore Portatile Monoblocco

Argo SWAN Climatizzatore Portatile Monoblocco

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI

E’ un climatizzatore portatile senza tubo, dalla potenza di 8.000 BTU/h. E’ la potenza perfetta per riscaldare ambienti grandi fino a 23 mq in uffici e ambienti casalinghi.

Alla temperatura massima di 35° C dell’ambiente interno, riesce a lavorare con un rendimento dell’80% della sua potenza massima.

Come tutti i climatizzattori della sua gamma, può rinfrescare l’aria, farla circolare attraverso il sistema di ventilazione e deumidificare l’aria. Le alette del sistema di ventilazione sono orientabili in due posizioni, orizzontale o verticale. Il ventilatore è a tre velocità.

Inoltre, possiede la funzione di timer 24 ore, per poter scegliere liberamente e con facilità quando accendere e quando spegnere il climatizzatore, a seconda delle tue esigenze. Può essere facilmente controllato tramite il telecomando remoto “user friendly” che permette di controllare tutte le funzioni dello strumento.
Il pannello dei comandi è digitale e il display gode di luci LED per il risparmio energetico.
Un’altra utilissima funzione è quella “memory” che permette al condizionatore di ripartire automaticamente e secondo le funzioni pre impostante dopo un black-out.
Il filtro dell’aria incorporato è facilmente rimovibile e lavabile.
La vaporizzazione della condensa è automatica, ed è possibile scaricare continuamente la condensa quando la macchina è in programma di deumidificazione.

E’ dotato di rotelle multi direzionali e maniglie laterali, per questo è facilmente spostatile in tutte le stanze.

Il livello di rumorosità è nella media dei condizionatori della categoria, tuttavia ha anche la funzione “sleep” per ridurre la produzione del rumore e garantire il silenzio.

Pro:

  • Telecomando
  • Timer e funzione memory
  • Ventilatore e deumidificatore
  • Condizionatore portatile silenzioso

Contro:

  • Bassa potenza

 

5. Trotec Climatizzatore Portatile 3500 X

Trotec Climatizzatore Portatile 3500 X

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI

Questo è un climatizzatore portatile con il tubo, che quindi necessita di un luogo dove poter collegare il tubo di scarico.

La potenza è di ben 12.000 BTU/h, un livello altissimo che ti permetterà di rinfrescare ambienti di ben 35 mq. Il consumo invece è di 3,4 KW. L’intervallo di temperatura medio per prestazioni ottimali va dai 18° C ai 35° C.

Questo climatizzatore ti permette di filtrare l’aria e di deumidificarla. La capacità di deumidificazione massima che può raggiungere è di 1,5 L/h, garantendo sempre un clima interno piacevole.
Incorporata vi è la modalità ventilatore. In questa modalità la macchina permette il ricambio dell’aria della stanza senza però raffreddarla.

E’ dotato di un sistema di controllo a microprocessore che permette di svolgere altre numerosi opzioni. Tra queste vi è la possibilità di impostare i tempi di accensione e spegnimento a tuo piacimento, tramite la funzione del timer a 24 ore.
Puoi impostare il tuo climatizzatore tramite il pannello di controllo dei comandi con display a LED. Eventualmente puoi utilizzare un telecomando a infrarossi incluso nel pacchetto, per controllare anche a distanza l’apparecchio.

Si può facilmente trasportare grazie alle pratiche rotelle e alle piccole dimensioni dell’apparecchio.

Il livello di rumore raggiunto è di 65 dB, un valore che può essere considerato molto alto, tuttavia giustificato dalla potenza dell’apparecchio.

Pro:

  • Potenza elevate per stare grandi
  • Ventilatore e deumidificatore

Contro:

  • Livello di rumore
  • Non è un climatizzatore portatile senza tubo

 

DIFFERENZA TRA CLIMATIZZATORE E CONDIZIONATORE

Molto spesso usiamo due termini diversi per riferirci all’apparecchio in grado di controllare la temperatura di una stanza, l’umidità e il ricircolo dell’aria, senza sapere la definizione precisa di climatizzatore e condizionatore. Infatti pensiamo che abbiano la stessa funzione, ma in realtà i due non sono uguali.

Le differenze dipendono da due caratteristiche di base fondamentali: il condizionatore è dedicato a controllare una serie di caratteristiche dell’aria, tra cui soprattutto la purezza dell’aria, mentre il climatizzatore controlla in modo automatico l’aria, soprattutto dal punto di vista termico.

Con il climatizzatore è possibile regolare diversi valori, tra cui la temperatura dell’aria che si desidera ottenere, la velocità di raffreddamento e anche il livello di umidità dell’aria che viene trattata. Invece, con il condizionatore non è possibile controllare il livello di umidità perché questo si abbassa automaticamente a causa del processo di rinfrescamento.

Inoltre, il condizionatore compie il processo di raffreddamento dell’aria grazie a un gas che contiene all’interno e non permette di impostare una temperatura precisa. I condizionatori on-off raggiungono la potenza massima in pochissimo tempo dall’accensione e poi si spengono, mentre quelli con il sistema di inverter raffreddano l’aria in maniera graduale. Al contrario, il climatizzatore controlla il livello di umidità, filtra l’aria e, grazie alla pompa di calore, può anche essere utilizzato per riscaldare un ambiente in inverno. Si può scegliere la temperatura desiderata e il livello di umidità che si preferisce e il climatizzatore portatile si blocca da solo quando, tramite dei sensori, rileva il raggiungimento della temperatura desiderata.

The Latest

To Top